Linguaggio del corpo: gambe accavallate. Cosa significa?

Questo articolo prende spunto dalla trasmissione “Fuori Tempo-Vita” andata in onda sul canale145 (digitale terrestre) – 445 TV SAT – 852 Sky, dove insieme alla fantastica presentatrice Anna Salvemini ho parlato di linguaggio del corpo.

Riporto in fondo a questo post lo spezzone del video e ne approfitto per approfondirlo con un articolo che tratta proprio l’argomento delle gambe accavallate.

Cosa significa questo gesto?

Tempo fa abbiamo già detto qualcosa in merito, se ti ricordi avevo postato la foto qui sotto per descrivere il significato del gesto.

moratti-pisapiaCome possiamo notare dalla foto le gambe accavallate in questo modo non sono indice di buon rapport tra i due personaggi.

Entrambi con la loro gamba accavallata formano un barriera verso l’altro, è un tipico segnale di rifiuto gestuale.

Possiamo controllare la nostra mimica facciale, possiamo controllare le mani, ma molto spesso i piedi sfuggono al nostro controllo e la  foto ne è un tipico esempio.

 

Linguaggio del corpo: gambe accavallate. Cosa significa?

 

La seduzione passa dalle gambe, non è un caso che l’immaginario collettivo le pone come simbolo di fascino e sensualità.

Chi non ricorda Sharon Stone e i suoi gesti di accavalli eleganti, oppure lo stesso gesto fatto da Greta Garbo, Marilyn Monroe o Audrey Hepburn.

Nella seduzione bisogna saper accavallare le gambe, non è un gesto da poco conto, in effetti è poco carino dondolare la gamba incrociata, denota atteggiamento lascivo.

Come ripeto spesso durante i miei seminari sul linguaggio del corpo, ci sono usi e costumi di altre civiltà che bisogna sempre tener presenti, ad esempio in alcune zone dell’Asia è vietato accavallare o incrociare o sedersi in modo che si vedano le suole delle scarpe, perché è fra le cose più irrispettose che si possano fare.

Tenere le gambe accavallate può far emergere un segno di auto-protezione, tanto più elevato, quanto più stretto è il loro accavallamento, ma non è detto.

In ogni valutazione bisogna sempre tenere presente i vari riverberi gestuali, la prossemica,  l’inclinazione del busto in avanti, la rigidità della gamba accavallata e del piede sospeso da terra e l’eventuale chiusura delle braccia.

Vediamo qualche pillola di comunicazione non verbale in questo video in cui sono stato intervistato.

 

Per approfondire il discorso, parleremo anche di questo al prossimo corso sul linguaggiio del corpo. Clicca qui per prenotarti oppure chiama il numero verde gratuito 800 032 882

E non dimenticare di seguirci sul canale telegram, ogni giorno tanto materiale gratuito sul linguaggio del corpo e la PNL

 

TelegramBadge

 

bannerFMSe vuoi approfondire l’argomento, ti aspetto al nostro prossimo Corso linguaggio del corpo
chiama gratis il numero verde 800 032 882 oppure scrivi a info@formaementis.net

Avrò il piacere di seguirti di persona durante tutto il percorso della durata di 2 giorni (full immersion), per questo ho scelto il numero chiuso, massimo 10 persone.

La rifrequenza è sempre gratuita – Attestato finale

 

———————————————————

Continua a seguirci sui social

Linkedin   – Gruppo Linguaggio del corpo
Telegram  http://telegram.me/formaementis

———————————————————

 

Follow me

Fabio Pandiscia

Dott. in Psicologia,Autore di vari libri sul linguaggio del corpo e PNL, Master Trainer PNL, Codificatore FACS, METT Advanced, Mix2, affiliato Humintell in Italia.
Fondatore di Formae Mentis Group
Follow me

Latest posts by Fabio Pandiscia (see all)

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenti dai social

commenti

Rispondi

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

call formaementis